Archivi categoria: Eventi

MOSTRA SULL’ARTE AFRICANA A PIEVE DI SOLIGO

L’arte tribale africana approda a Pieve di Soligo.

La mostra sull’arte tribale africana intitolata “Africa: uomini, spirito, materia” e curata dall’architetto vittoriese Mario Da Re, sarà inaugurata sabato 9 marzo alle ore 18.00 presso Villa Brandolini con l’intervento critico del prof. Cesare Poppi.

L’esposizione, organizzata dall’associazione Venetoarte di Vittorio Veneto, con il contributo del Comune di Pieve di Soligo, presenta opere provenienti da numerosi paesi dell’Africa sub sahariana e prodotte da numerose etnie, le più significative del panorama culturale africano.

Saranno esposte circa 200 opere, appartenenti ad una collezione privata, e provenienti da vari paesi tra cui Burkina Faso, Benin, Camerun, R.D. del Congo, Costa d’Avorio, Gabon, Ghana, Guinea, Mali, Niger, Nigeria, Togo e altri paesi.

L’iniziativa ha lo scopo di avvicinare l’arte africana al pubblico italiano e far conoscere le tradizioni culturali di quel continente per meglio comprendere la cultura di persone che oggi frequentano normalmente le nostre città e facilitare quindi i reciproci rapporti, cancellando le diffidenze.

Il momento conviviale del vernissage è offerto dagli sponsor tecnici Latteria Soligo e Consorzio Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore.

Infine, l’evento gode del patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Treviso, dell’Ambasciata del Benin e della Repubblica di Guinea. E’ sostenuta dalla Banca di Credito Cooperativo delle Prealpi e dalle ditte Cesaf, Falmec e Venistar.

 

Per maggiori informazioni consultare l’evento su Facebook:

L’arte tribale africana approda a Pieve di Soligo

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

CONFERENZA SUL MONDO DEI FREELANCE A VERONA

Da tutta Europa a lezione di piattaforme cooperative e soluzioni per freelance.

A Verona il 7 e l’8 marzo si terrà “Freelancers, community and cooperation across Europe”, conferenza internazionale il cui scopo è quello di dare valore al lavoro dei freelance. L’evento è organizzato da Doc Servizi, presso la sede nazionale.

La due giorni vedrà al centro del dibattito le problematiche dei freelance nei diversi paesi europei, come gli aspetti normativi di un mercato del lavoro in veloce mutamento, le best practice e la capacità di innovazione sociale offerte dal mondo della cooperazione.

Un focus particolare sarà dato al modello Doc Servizi, realtà nata a Verona ed oggi distribuita in tutta Italia con 8.000 professionisti organizzati in piattaforma cooperativa.

«Stiamo estendendo l’esperienza accumulata, a partire dagli anni ’90, nel dare tutela e garanzie al lavoro discontinuo dello spettacolo – spiega Demetrio Chiappa, Presidente di Doc Servizi – alle professioni stravolte dalla sharing economy e ai freelance nati con l’industria 4.0. Uniamo il meglio della tradizione cooperativa con la forza innovativa delle piattaforme digitali».

In linea con la filosofia del platform cooperativism (cooperare, includere, innovare) nata negli Stati Uniti nel 2014, secondo il presidente di Doc Servizi le piattaforme digitali cooperative possono rappresentare uno strumento efficace di collaborazione e condivisione tra gli associati che svolgono professioni freelance, allo scopo di combattere la polverizzazione del lavoro e ridistribuire equamente il valore dell’intermediazione.

Alla conferenza internazionale saranno presenti i rappresentanti di Gildedsplinters (ideation platform inglese), SMartDe (cooperativa di freelance di Berlino), i francesi di Coopaname e da Barcellona Calidoscoop.

Mentre la prima giornata sarà dedicata ad incontri tematici, venerdì 8 marzo, alla mattina, è previsto il dibattito in plenaria aperto a tutti, previa registrazione.

«Abbiamo voluto portare a Verona alcune delle realtà europee più importanti che lavorano con i freelance, come noi, per condividere soluzioni, dare vita a nuovi progetti e collaborazioni», conclude Chiappa.

Per maggiori informazioni: 

Doc Servizi

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

CONCERTO DI BENEFICENZA “CONSONANZE”

Evento di beneficenza in occasione dello spettacolo musicale “Consonanze”.

Domenica 10 marzo alle ore 16.00 presso l’Auditorium Stefanini di Treviso sarà presentato l’evento di beneficenza pro C.R.I. in occasione del concerto “Consonanze“.

Si tratta di uno spettacolo musicale con conduzione narrata, già presentato il 2 e il 30 dicembre scorsi rispettivamente presso il salone delle carte geografiche del Museo Archeologico di Ferrara e l’auditorium “San Nicolò” di Chioggia.

La musica è stata interamente scritta dal compositore ferrarese Antonio Rolfini, pianista dell’ensemble strumentale che vede Mariangela Patrono al flauto, Claudio Miotto al clarinetto e Simone Montanari al violoncello.

La voce narrante è di Angela Felisati che, introducendo i vari momenti musicali senza mai sovrapporsi ad essi, crea una storia dove musica e narrazione, in simbiosi tra loro, creano un climax di grande intensità emotiva.

La musica del compositore Antonio Rolfini intende abbracciare un pubblico attento e capace di apprezzare il superamento degli schemi e dei formalismi accademici. La libertà compositiva, che deriva da tale scelta, è permeata da varie sfumature: new age, blues, pop, tardo-romantiche e novecentesche guardando anche alla musica elettronica, rendendola così adatta ad un vasto uditorio.

Ingresso libero con donazione volontaria. Il ricavato delle offerte sarà destinato al sostegno delle attività socio-assistenziali della Croce Rossa Italiana di Treviso.

Per maggiori informazioni: Auditorium Stefanini – Treviso

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

MARIO TOZZI: “GEOMETRIA DELLA PUREZZA”

Mostra “Geometria della purezza” dedicata al grande maestro Mario Tozzi.

Dal 23 febbraio al 30 marzo sarà allestita la mostra monografica “Geometria della purezza”. L’esposizione è dedicata a Mario Tozzi, grande maestro del ‘900 che sta vivendo un felice momento storico. Il tutto presso la Galleria de’ Bonis di Reggio Emilia.

La mostra, realizzata in collaborazione con l’Archivio Tozzi, esporrà diverse opere rappresentative del periodo più ricercato dell’artista. Si tratta del periodo dei fondi bianchi di Suna, nome della località sul lago Maggiore dove Tozzi ha vissuto per anni.

Questi pezzi fanno parte della maturità del pittore e sono caratterizzati da fondi bianchi, gessosi e spatolati, che ricordano l’intonaco e l’affresco.

Accanto a questi dipinti, trovano spazio opere precoci, del secondo decennio del ‘900, che mostrano già una grande perizia pittorica e una straordinaria sensibilità cromatica, come “Notturno” del 1912.

La pittura di Tozzi è enigmatica e fuori dal tempo. La sua ricerca ruota intorno ad una gamma di colori raffinata e selezionata che gioca sui toni del bianco e del rosa, tingendosi talvolta di nero e illuminandosi di azzurro.

Con uno stile dai volumi puri, Mario Tozzi muove la sua ricerca sul corpo umano, quello femminile in particolare, studiandone la sacralità nelle forme geometrizzanti e nello sguardo, vuoto sul mondo esteriore e tutto rivolto a quello interiore.

 

INFORMAZIONI UTILI

  • Luogo: Galleria de’ Bonis, Reggio Emilia
  • Date: 23 febbraio – 30 marzo 2019
  • Inaugurazione: sabato 23 febbraio, ore 17.00
  • Orari: da martedì a sabato ore 10.00-13.00 e 16.00-19.00, giovedì ore 10.00-13.00.

 

CONTATTI

Reggio Emilia: Viale dei Mille, 44/D

Tel. +39.0522.58.06.05 – Mobile +39.338.37.31.881

info@galleriadebonis.com

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

LAGAZUOI EXPO DOLOMITI: L’EREDITA’ VISIONARIA DI STEFANO ZARDINI

A Cortina sarà allestita una mostra estiva dedicata all’artista recentemente scomparso Stefano Zardini.

Una mostra estiva e un concorso internazionale di fotografia celebreranno la vita e il lavoro di Stefano Zardini, noto fotografo di Cortina appena scomparso. L’annuncio durante il vernissage della mostra Snow Art Dolomiti Romantiche, a quota 2.778 metri, nel cuore delle Dolomiti.

“Ho voluto trasformare il consueto in uno spazio nuovo, inedito, allargare lo sguardo verso orizzonti irreali”. E’ ciò che scriveva il noto fotografo ampezzano Stefano Zardini presentando i suoi scatti dedicati alle montagne di casa.

A due settimane dalla sua scomparsa, Stefano Illing, ideatore del laboratorio e spazio espositivo Lagazuoi Expo Dolomiti, rende omaggio a “un grande artista e un amico”.

Sarà allestita infatti una mostra con le sue foto, pronta per l’estate del 2019. Oltre ad essa si terrà un concorso internazionale, “Dolomites Photographer of the Year”, che prende le mosse dalle riflessioni e dai progetti dello stesso Zardini.

Ultimo saluto ad un grande artista

In molti hanno voluto salutare Stefano Zardini salendo a quota 2.778 metri per ammirare l’esposizione temporanea, visitabile fino al 7 aprile 2019. I suoi lavori e quelli di Gustav Willeit e Pierluigi Orler, sono riuniti in una mostra che pone la tecnologia al servizio dell’originalità dello sguardo.

Il vernissage è stato l’occasione per evocare ricordi e annodarli tra loro grazie all’arte della fotografia. Ed è intorno alla passione per l’immagine e per la poesia insita nella natura, che si dipana un filo che lega insieme tanti momenti vissuti con l’artista scomparso.

E’ ciò che hanno raccontato amici e colleghi: dall’assessore del Comune di Cortina d’Ampezzo Paola Coletti al Presidente Regole d’Ampezzo Flavio Lancedelli, dal Presidente del Dolomiti Superski Sandro Lazzari al Presidente GIS Giornalisti sciatori Francesco Marino.

All’inaugurazione ufficiale della mostra erano presenti anche il collega Gustav Willeit e la moglie Valentina Zardini, che ha invitato Francesco Chiamulera a leggere “La negazione della disciplina della Ragione”, il testo introduttivo scritto dallo stesso Stefano Zardini.

Il brano, che racchiude il pensiero visionario dell’artista, si conclude così: “Il ritorno al consueto sarà difficile. Ma tornerò ad annusare l’aria sottile nelle sfumature della luce, dei suoi riflessi misteriosi e sempre sorprendenti. L’imprevedibilità naturale del susseguirsi di fitte nebbie e albe taglienti continuerà ad alimentare la mia insaziabile curiosità”.

Per ulteriori informazioni: Lagazuoi Expo Dolomiti

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

FAI VERONA: ALLA SCOPERTA DELLA METAMORFOSI DELLA CITTA’

FAI Verona e Due Torri Hotel: percorso in tre tappe alla scoperta dei tesori cittadini.

A Verona, La Delegazione FAI di Verona organizza presso il Due Torri Hotel “FAI due ciacole” un ciclo di conversazioni e incontri dedicati alla “Metamorfosi della città“, in compagnia di docenti ed esperti.

Intorno a questo soggetto si articola un percorso suddiviso in tre tappe: il 21 febbraio, il 7 marzo e il 4 aprile, sempre alle ore 18.30.

L’hotel, da sempre sensibile alla promozione culturale del territorio, accoglie il pubblico nella sua Arena Casarini, capolavoro di uno dei più grandi affrescatori del Novecento.

Il programma

Il primo appuntamento, il 21 febbraio, è dedicato proprio alla scoperta del palazzo che ospita l’Hotel. La lunga e affascinante storia dell’edificio sarà raccontata da Daniela Zumiani, docente di Storia dell’architettura all’Università di Verona.

Il secondo appuntamento è previsto per giovedì 7 marzo. Gli architetti Luigi Calcagni ed Ettore Napione racconteranno uno dei tesori dimenticati di Verona, la trecentesca Torre di Alberto della Scala. Essa è stata oggetto di un recente e importante restauro che ha restituito alla città un tassello della sua storia.

Infine, giovedì 4 aprile, si terrà l’ultimo incontro del ciclo. Si cambia epoca, viaggiando fino agli anni ’30 del Novecento. Francesco Bletzo, studioso di Storia del Collezionismo e Antropologia, libraio e antiquario, in dialogo con Ettore Napione, parlerà del Villaggio Dall’Oca, edificato in epoca fascista, che a partire dagli anni ’90 ha conosciuto un processo di valorizzazione crescente.

Info&Prenotazioni

Per maggiori dettagli consultare il sito di  FAI Verona

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

LEGNO&EDILIZIA CONCLUSA CON SUCCESSO

Si è conclusa con buon esito l’11^ edizione di Legno&Edilizia.

Sono stati 21.000 i visitatori presenti nei quattro giorni della biennale Legno&Edilizia, 11^ Edizione della mostra internazionale sull’impiego del legno in edilizia che ha avuto luogo presso la Fiera di Verona.

La manifestazione ha difatti registrato quest’anno un lieve incremento grazie alla compresenza della prima edizione di EcoHouse, esposizione di materiali e tecnologie per la sostenibilità e il risparmio energetico nell’edilizia.

Ado Rebuli, presidente della società Piemmeti, controllata di Veronafiere e organizzatrice dell’evento ha affermato Siamo soddisfatti dell’interesse dimostrato dal pubblico costituito in gran parte da operatori professionali. Interesse riscontrato anche dagli espositori che hanno avuto significativi contatti commerciali”.

Sui 25.000 mq di due padiglioni le 180 aziende espositrici di Legno&Edilizia hanno portato le ultime tecnologie in fatto di macchine e impianti per la lavorazione del legno, case prefabbricate, tetti, pareti, pavimenti, essenze di pregio, segherie, studi di progettazione, materiali e accessori, a cui si sono unite le proposte di imprese operanti nel campo della sostenibilità energetica, della Domotica e delle energie rinnovabili.

Per gli elevati contenuti qualitativi e innovativi della manifestazione, Legno&Edilizia ha contato sul patrocinio di organismi come ENEA, Kyoto Club, Coordinamento FREE, AIEL, Legambiente, FIRE, Assocosma, Anfus, Italia Solare.

Per maggiori informazioni: Legno&Edilizia

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

I BEATLES RACCONTATI DALLA MAGICAL MISTERY ORCHESTRA

Magical Mistery Orchestra presenta al cinema I Beatles.

Venerdì 8 febbraio alle ore 21.00 al Teatro Busan di Mogliano Veneto avrà luogo un coinvolgente spettacolo sui Beatles che mescola musica, cinema e intrattenimento.

Nello specifico, la Magical Mistery Orchestra, storica formazione che da 25 anni fa rivivere sul palcoscenico la magia dei Beatles, racconterà la straordinaria carriera della band al cinema.

Il tutto grazie ad alcuni estratti tratti dai film che li vedono protagonisti, con intervalli di brevi narrazioni ed interventi live del quintetto Magical Mystery che eseguirà alcuni dei brani legati alle pellicole.

Il lungometraggio seguirà una periodizzazione che coglierà le tappe principali della carriera di una delle band più amate di sempre:

  • la folgorante ascesa (A hard day’s night – Tutti per uno, 1964; Help!, 1965),

  • gli esperimenti psichedelici della vetta (Magical Mystery Tour, 1967; Yellow Submarine, 1968),

  • il disarmante e implosivo deterioramento dei rapporti e conseguente scioglimento (Let It Be, 1970).

BIGLIETTI

Biglietto unico 16,00 €

ACQUISTO E PREVENDITE

Biglietteria Cinema Teatro Busan
Via Don Bosco 41, Mogliano Veneto (TV)
e online su Cinema Busan

Per maggiori informazioni:
+39 041 5905024 | +39 334 1658994 | gestione.busan@gmail.com

Fonte

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

CARNEVALE DI VENEZIA 2019

Dal 16 febbraio al 5 marzo andrà in scena l’iconico Carnevale di Venezia.

Dal 16 febbraio al 5 marzo 2019 avrà luogo il Carnevale di Venezia che è certamente uno degli appuntamenti più attesi del Carnevale 2019.

Questo evento, infatti, è conosciuto in Italia e in tutto il mondo per la sua bellezza ed eleganza.

Ad ogni edizione viene assegnato un tema specifico, sebbene nel corso dei secoli le maschere ed i costumi si siano sempre ispirati alla raffinata tradizione veneziana.

Già ai tempi della Repubblica della Serenissima, il Carnevale di Venezia era un momento di festa in cui chiunque poteva comportarsi liberamente, godendosi le migliori feste in un clima di giovialità e condivisione.

L’evento si aprirà con la trasformazione del Rio di Cannaregio in un palcoscenico con giochi di luce e spettacoli sull’acqua.

Il giorno seguente sarà il momento delle prime sfilate di gondole e costumi del Carnevale 2019 (dalle 11:00 alle 14:00).

Alla sfilata seguiranno degustazioni ed animazioni ed ai partecipanti verranno offerti i cicheti ed altre specialità veneziane, oltre ai dolci della tradizione del Carnevale: le fritole e i galani.

Il 23 febbraio, invece, è la volta de Le molteplici maschere nei riflessi della luna (alle ore 10:00 nella Scuola Grande San Giovanni Evangelista).
Alle ore 14:30 si svolge la
Festa delle Marie che segue il corteo. La Maria più bella del Carnevale sarà incoronata il Martedì Grasso.

Infine, uno dei momenti più emblematici del festival è il Volo dell’Angelo, in Piazza San Marco il 24 febbraio alle ore 11:00. La Maria del Carnevale dell’anno precedente volerà sul pubblico scendendo dal campanile. Segue il Concorso della Maschera più bella a cui possono partecipare tutti.

Per tutti i dettagli consultare: Carnevale di Venezia

Fonte

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

EDILIZIA ECO-SOSTENIBILE A VERONA

Aperta da oggi a Veronafiere la mostra internazionale “Legno&Edilizia” che pone al centro dell’attenzione l’edilizia eco-sostenibile.

Si è aperta oggi 7 febbraio 2019 presso Veronafiere l’11^ edizione di Legno&Edilizia, l’unica rassegna fieristica italiana interamente dedicata all’impiego del legno in edilizia.

Dal centro del triangolo industriale dei costruttori di edifici in legno, che vede Trentino Alto Adige, Lombardia e Veneto come cuore della Bioedilizia italiana col 53% delle unità locali attive nel territorio, partono le proposte e le aspettative di un settore che appare in crescita e rappresenta un bacino di produzione costituito a livello nazionale per il 46% da aziende giovani e dinamiche.

Nella giornata inaugurale della mostra internazionale sull’impiego del legno nell’edilizia 180 industrie di importanza mondiale hanno portato le loro innovazioni tecnologiche anche sul versante dei materiali e delle tecnologie per la sostenibilità e il risparmio energetico nell’edilizia. Si tratta del tema affrontato dalla prima edizione di EcoHouse, esposizione ospitata nella biennale veronese.

Ecco gli incontri di domani 8 febbraio

  • Mattina

Ore 9.30: Arena 12, padiglione 12
Digitalizzazione ed automazione per l’edilizia sostenibile: dalla progettazione alla gestione dell’edificio
A cura del Coordinamento Free

 

ore 9.30 – 18: Arena 11, padiglione 11
Innovare le costruzioni in legno
A cura di ARCA, in collaborazione con NextWood

 

ore 10: Sala Workshop, padiglione 12
Riqualificazione energetica degli edifici: contratti EPC e finanziamento dei progetti
A cura di FIRE

 

ore 10: Sala Convegni, padiglione 12
La salubrità degli ambienti abitativi in risposta alle nuove richieste del mercato immobiliare
A cura di ANCE

 

ore 11: Scuola del Legno, Arena “VAIA”, padiglione 11
Incontro tecnico sul tema della durabilità del legno, dei patogeni e della diagnosi
A cura della Fattoria del Legno

 

13.30: Sala Convegni, padiglione 12
“Filiera legno 4.0: cambiamenti in atto nelle costruzioni in legno”
A cura del prof. Franco Laner. Organizzato da Piemmeti e Percorsi-legno, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Verona e l’Ordine degli Architetti di Verona. Modera Franco Laner

  • Pomeriggio

ore 14: Sala Galleria, galleria 11/12
Innovazione, ricerca e sviluppo nella filiera dell’edilizia sostenibile (prodotti, progetti, processi): la Rete Innovativa Regionale Venetian Green Building Cluster si presenta
A cura di VeGBC

 

ore 14: Arena 12, padiglione 12
Innovare le costruzioni con qualità e tecnologia: un esempio virtuoso – Edificio Alessandro Volta
A cura di ARCA

 

ore 14.30: Scuola del Legno, Arena “VAIA”, padiglione 11
Corso di classificazione a vista del legno strutturale e aggiornamenti normativi
A cura della Fattoria del Legno

 

ore 15: Sala Workshop, padiglione 12
“Mall Facility Management: superfici commerciali più efficienti, business più competitivi”
A cura di Largo Consumo

 

Arena 11
Tutti i giorni: workshop organizzati da Arca assieme a NextWood e CasaClima Network Verona
ARCA è il primo sistema di certificazione ideato esclusivamente per edifici con struttura portante in legno, nato per garantire sicurezza, efficienza energetica, comfort e sostenibilità degli edifici in legno.
Laboratori con dimostrazioni pratiche gestiti dalla Scuola CFP ENAIP di Tione di Trento.

Per maggiori informazioni:

Legno&Edilizia

Condividi:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail